LA MUCCA GOLOSA, ANGUILLARA SABAZIA, ROMA

RECENSIONE DI KeBob

La mucca golosa, il ristorante sul Lago di Bracciano, dove te magni la carne bona, delle mucche bone, pascolate sull’ erba bona dar contadino bono co’ la moje bona. Volete sape’ se è troia la moje der contadino? Non ci è dato saperlo, siate più discreti e torniamo al ristorante…

Dicevamo, parodiando la pubblicità radiofonica della suddetta Miuuuucca, che è tutto ‘bono’. Ma non è proprio così, invero.

ANTIPASTI. Il menù propone una grande varietà di piatti per antipasto, variabili a seconda della stagione, ma se si vuole andare sul sicuro, visto che ci troviamo nella campagna romana, si deve optare per i classici. Qui entra in gioco – un gioco duro, leale e faticoso – il Porcotto. Una pagnottina fatta in casa, di significativa carica erotica per il palato, imbottita di porchetta grassa e saporita, rughetta, pomodorini. Cazzo se è bona, che ve lo dico a fare. Vi consiglieranno di prenderne una in due ed hanno ragione, è la scelta più sana…ma voi, in tutta coscienza, siete gente sana? No? E allora ad ognuno il suo porcotto. Prepotente, grosso, lussurioso.

Le altre proposte non sono male, tutto molto buono, tutto molto ricercato. Tutto molto caro rispetto alle porzioni, però.

PRIMI. Mah…..la Carbonara allo Stilton è eccezionale, ingredienti di qualità suprema, pasta Cocco, poi però pe fa un etto de pasta ce vogliono tre porzioni. Non è ristorante da pastasciutte per me…

SECONDI. Specialità del locale. La carne è di un livello non comune, i tagli sono qualcosa di unico, ma la cottura in un paio di occasioni ha lasciato a desiderare. Colpa del grigliere che evidentemente aveva dormito col culo scoperto o aveva visto di recente Cannibal Holocaust. Non si può tagliare una fiorentina e constatare, con amaro stupore, che la carne al centro è così fottutamente cruda da aver mantenuto ancora la temperatuta del bancone frigo. Eccheccazzo. Il tutto dopo aver chiesto una cottura media. Ma dai. Peccato, perchè la ciccia è di corposità e freschezza notevoli e andrebbe cotta con religiosa e fanatica attenzione.

PIZZA. Grande opzione il menù pizza…..gli antipasti sono veramente buoni e generosi, le pizze lievitate alla perfezione, cotte a legna e dagli ingredienti, come al solito, mai banali.

DOLCI. Fenomenali, come caschi, caschi bene. La Mousse di cioccolato caraibico adagiata sul gelato ai Tozzetti è un’ orgia di gusto. Ho sentito delle ragazze mugolare mentre la mangiavano. O forse ero io che mugolavo mentre le guardavo mangiarla…boh, non ricordo. Comunque boni i dolci, vale la pena sgricilarseli.

VINI E BEVANDE. Boh, io non bevo, state tranquilli però che in questo ristorante trovate tutto quello che volete, maledetti alcolizzati.

SERVIZIO. Notevole, giovane, cortese e veloce. Il posto poi è molto ampio, la location è fantastica e le suppellettili ricercatamente rustiche.

PREZZO. Cazzi amari. Come il cioccolato caraibico. Con 50 euro te la cavi mangiando una bisteccona da un Kg, ma non si può dire sia un locale economico…proprio no.

Qui avete il menu. Qui il menu pizza. Qui la carta dei vini.

VOTO: 7. Ma andateci sapendo di dover spendere.

IL PUNTO DI VISTA DI CHEZ SBARDE’

La Mucca Golosa mi suscita  sentimenti contrastanti.

Cioè, la prima volta ci sono stato benissimo, la seconda malissimo, la terza sono rimasto a casa.

I prezzi che propone sarebbero anche giusti se le quantità non fossero così miserabili. 8 EURI e mezzo una carbonara con lo stilton vanno bene per un etto di pasta ma se te presenti al tavolo con un cappello del prete (un piatto a forma di disco volante) con dentro 12 rigatoni……datte fòco.

Stesso discorso per gli antipasti: ottimi ma decisamente micragnosi. Vabbè che stamo in austerity ma sta cosa me sa tanto di presa per il culo.

Eppoi la carne cotta così e così, tipo la lombatona portata a Kebob o gli spiedini di polpette mezzi crudi portati ad una nostra commensale.

Non so, forse il posto ha fatto successo, il padrone ha visto che la gente accorre a frotte ed automaticamente ha abbassato la qualità.

Eh, lo fanno lo fanno. 

Non me la sento di sconsigliarlo a priori ma nenche di caldeggiarlo. Anche sul web si leggono pareti contrastanti. Fatece sapè.

VOTO: 7 (meno meno)

Recensione di pandizenzero

Non ho molto da dire, cioè sono capitata alla Mucca Golosa un’unica volta, di notte, dopo giorni di viaggio, e non mi ha entusiasmato. L’unico aspetto positivo è che ha pagato KeBob.

VOTO: 6 +

Sito WEB  (dal fastidiosissimo impatto sonoro):

http://www.lamuccagolosa.com/

Annunci

  1. Ciao, Massimo il proprietario della Mucca. Beh prima di tutto grazie, perchè di complimenti sul cibo ne hai fatti parecchi. Note dolenti: porzioni piccole sui primi, in realtà la porzione sarebbe 100 grammi, può essere che nel piatto grosso si perda, può essere che ci siamo sbagliati perchè in effetti tra i 100 grammi in teoria e la pratica passa la bilancia che non sempre si usa. Comunque vediamo di rimediare. Fiorentina cruda dentro: scusaci non tutte le ciambelle riescono con il buco. Antipasti micragnosi: penso sia una critica datata perchè dovremmo avere già rimediato. Stessa cosa i 4 fili di pasta dentro il piatto “a cappello di prete”. Lo usavamo diversi anni fa e quel piatto è stato un autogoal mostruoso. Ti assicuro che alcune volte si sbaglia con la convinzione di fare meglio, magari di presentare un piatto in maniera più elegante, o che la cofana di pasta sia brutta da servire.
    La storia poi dell’abbassare la qualità perchè tanto la gente corre a frotte, non risponde esattamente al vero. Te lo assicuro. Però sono cose che si dicono e ci stanno, le dobbiamo sapere accettare.
    Su una cosa non sono d’accordo assolutamente: il fastidiosissimo impatto sonoro del sito web!!
    Comunque, ciao, grazie e spero alla prossima

    • Apprezzo molto il tuo intervento Massimiliano, anche perchè quando sono venuto al ristorante ho notato quanto tu fossi attento alla cura del cliente. Devo dire che non sempre sono rimasto entusiasta dei primi o della cottura della carne, ma ho sempre notato ed apprezzato la qualità delle materie prime che utilizzi e la varietà di piatti che proponi. In un paio di occasioni sono andato via con le lacrime agli occhi per quello che avevo mangiato, in altre sono rimasto un po’ deluso, ma ci può stare, chi lavora prima o poi sbaglia, chi non lavora, ovvero noi (in cucina, magari a esse’ ricchi e non lavorà proprio), critica sui blog…è cmq stata sempre una godibile esperienze, anche considerata la location del ristorante, che è notevole.

      per l’impatto sonoro del sito…Massi, è fastidioso che sì. bella la musica, però pensa se uno sta a lavoro, apre il sito e je comincia il Jazz…dai… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...