PACCHERI ALLA CARMELA

ricetta golosamente offerta da pandizenzero

Stamattina mi sono alzata con una voglia di castagnole che non potete capire, di quelle morbide ma non mosce, sazie di zucchero, magari con la crema oppure al rum, da mangiare avidamente pescandole dal sacchetto di carta.

Allora sono uscita e, da buona donnina indipendente, sono andata dal fornaio a procurarmene un tot, che sinceramente non saprei quantificare ma vi posso dire che andava abbondantemente oltre le mie necessità, tuttavia, nonostante l’immensa colazione, a pranzo ho voluto strafare preparando un piatto della mia tradizione familiare, e infatti adesso sto respirando faticosamente.

Se volete anche voi provare questa sensazione di ripienezza postprandiale che toglie il fiato come se un enorme piattaforma petrolifera vi si fosse poggiata sullo stomaco, allora procuratevi gli ingredienti che andrò ad elencarvi.

Ingredienti per 1 persona

  • 150 gr di paccheri
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • 3 cucchiai di ricotta fresca
  • 2 cucchiai di pesto
  • 1 aglio
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • prezzemolo
  • sale

Prendete una padella antiaderente, versatevi l’olio senza abbondare, che altrimenti vi si impenna il colesterolo, e mettetevi uno spicchio di aglio intero (agevolo la foto qualora non abbiate capito). Fate scaldare l’olio, senza soffriggere l’aglio, ed aggiungete la passata di pomodoro, del prezzemolo e sale.

Fate giungere a bollore la salsa, senza però farla attaccare, perciò giratela spesso con un mestolo di legno. Alcuni tipi di passata di pomodoro dopo la cottura rimangono acidi, potrete quindi aggiungere un po’ di zucchero per smorzare questo spiacevole sapore.

Nel frattempo potete già mettere dell’acqua salata sul fuoco in una pentola dai bordi alti, poichè il condimento per la pasta sarà pronto in pochi minuti.

Abbassate al minimo la fiamma sotto la salsa e lasciate che finisca di cuocere, quando butterete la pasta spegnetela del tutto.

In un piatto fondo (o una scodella) mettete la ricotta, il pesto e dell’acqua di cottura (dopo aver buttato la pasta, cosicchè sia presente dell’amido) ed amalgamate il tutto a formare un composto di consistenza cremosa.

Il pesto che ho in casa io è fatto con le manine (ed il robot da cucina) della mia mamma che abbonda con il pecorino e ci va scarsa con il parmigiano, per cui la salsa che ne deriva è molto saporita e  non c’è bisogno di aggiustarla di sale. Voi avrete del banalissimo pesto comprato al supermercato, insipido e acquoso, peccato.

Mi sa che la pasta è cotta, scolatela (lasciando un po’ di acqua di cottura) e passatela un attimo in padella in modo da far attaccare bene la salsa di pomodoro su ogni singolo chicco. Tenete presente che la bontà della pommarola è data da questa caratteristica, per cui più si addensa più è di ottima qualità.

A questo punto versatela nel piatto dove avevate precedentemente preparato il composto di pesto e ricotta, amalgamate bene il tutto e buonissimo appetito!

Ovviamente potreste anche aggiungere del formaggio grattugiato, ma a vostro rischio e pericolo.

Advertisements

  1. “Voi avrete del banalissimo pesto comprato al supermercato, insipido e acquoso, peccato”.
    Ottima considerazione. Sembra scritta da Bigazzi.
    Eh, voi toscani sì che sapete vive………..

      • Concordo ma comunque Biffi e Buitoni sono gli unici che se possono magnà.
        Gli altri fanno schifo, basta vedere gli ingredienti: olio di semi, noci, anacardi, parmesan.
        Tra l’altro farlo in casa non è nemmeno sta difficoltà. Basta farne un bidone in estate col basilisco buono e congelarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...