SUGO DI CARNE ALLA CILENTANA

RICETTA familiarmente offerta da PANDIZENZERO

Vi ricordate i cauzuni ? E vi ricordate quando vi ho scritto che il modo migliore per apprezzarli era con il sugo di carne? Quel sugo che li rende superiori, li potenzia, li definisce e ve li fa apprezzare appieno, magari acuendo anche la vostra sensibilità sopita dallo stress lavorativo, economico-finanziario, familiare?

Bene, preparate i fazzoletti perchè quando gusterete questa salsa in cui avrete precedentemente tuffato un raviolone avrete di che piangere, altrochè le martellate sul dito, i film con Vivien Leigh o le doglie del parto.

Ed ecco, ci siamo, ingredienti per alcune persone ( da 3 a 10, considerando che mia madre tende a cucinare per 10  sempre, ma può capitare che in 3 finiamo tutto):

  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • la buccia di mezzo limone
  • 1 kg di muscolo di vitello
  • 1/2 kg di costine di maiale
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 1 L di passata di pomodoro
  • concentrato di pomodoro
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Prendete una pentola grande, rigorosamente in acciaio inox, e fatevi  riscaldare 1/2 cm di olio evo, dopo un paio di minuti aggiungete la carne, che farete rosolare per un po’, fino a quando non comincerà ad attaccarsi alla pentola.

Nel frattempo preparate un battuto di cipolla, carota, sedano e limone, che andrete ad aggiungere alla carne, rimestando continuamente. Salate e pepate.

Adesso aspettate qualche minuto ed aggiungete il vino rosso, sempre a fuoco allegro.

Quando tutto il vino sarà evaporato aggiungete la salsa di pomodoro, il concentrato ed abbassate la fiamma, lasciando cuocere per un paio d’ore, fino a quando, cioè, la carne non si sarà staccata dall’osso e l’aspetto del sugo non sarà quello in foto, ovvero scuro e denso.

Adesso arriva il bello.

E’ chiaro che a questo punto avrete sia la salsa con cui potrete condire il primo, che non  deve essere necessariamente il raviolo ripieno, ma potrebbe anche essere  il fusillo e  il cavatieddo, entrambi fatti a mano, oppure la penna o lo zito, comprati al super. Inoltre, annegata in quel paradiso sugoso c’è la carne più buona del mondo, con un pigiamino di salsa aderentissimo, da cui non riuscirete mai a liberarla.

Un ultimo consiglio, tenete a portata di mano un po’ di pane, la scarpetta sarà l’esperienza oltre.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...