FRITTELLE DI RISO

RICETTA carnevalescamente offerta da PANDIZENZERO

Volete una ricetta gustosa e veloce? Un dolcetto leggero e facile da preparare? Volete una merenda croccante da far gustare ai vostri bambini?

Ecco, vi conviene cercare su google allora, perchè io non saprei come aiutarvi.

Oggi vengo a voi per farvi inebriare di frittelle, ma non le solite noiosissime mele impastellate e fritte, i banali bomboloni fritti così pastosi che dopo un giorno son boni da tira’ contro il muro, No! Miei cari oggi vi farò godere di riso.

Ma fatemi dire che questo è uno dei dolci tipici toscani che si preparano dai primi di febbraio fino a marzo, non oltre, altrimenti la magia della frittella si perde nel profumo di mimosa e fiori di ciliegio, tra le colombe pasquali e l’afa di primavera. Insomma, questo è un dolce di Carnevale, sì, lo so, sono in ritardo, a momenti è Pasqua, però sono convinta che voi le mangereste uguale, anche durante il concerto del primo maggio.

Avviso importante: una parte dell’impasto va preparata il giorno precedente alla frittura, quindi non abbiate furia che a fare i cialtroni le cose non vengano bene.

Ingredienti:

  • 1/2 kg di riso parboiled
  • 1/2 L di latte
  • 1/2 L di acqua
  • 250 gr di farina
  • 1/2 limone
  • 1 buccia di arancia grattugiata
  • 1 tazza da caffè di zucchero
  • 1 busta di lievito in polvere
  • 1 bicchiere di liquore Strega
  • 7 uova intere
  • olio di semi per friggere
  • zucchero semolato per guarnire

In una pentola grande, profonda, con il fondo alto 1 cm, in acciaio inox 18/10, garantita 10 anni!…scusate m’è partita la modalità televendita.

Insomma in una pentola ampia portate a bollore il latte e l’acqua, quindi aggiungete il riso ed il limone a spicchi.

Lasciate cuocere fino a quando il riso non avrà una consistenza morbida e togliete la pentola dal fuoco. Quindi aggiungete lo zucchero e lasciate raffreddare per almeno 12 ore.

Il giorno dopo, o in piena notte, quando vi pare a voi, prendete 4 bianchi delle 7 uova e montateli a neve, quindi aggiungeteli al composto di riso ormai raffreddato, ai 4 tuorli ed alle 3 uova intere che rimangono (sembra un problema di matematica delle elementari, tranquilli è semplice anche per voi), amalgamandoli bene in un grosso recipiente.

Non voglio ripetermi con la storia delle mani pulite che dovreste avere per poter manipolare il cibo su questo blog, ma lo faccio, mi raccomando non fate i sudici.

Bene, a questo punto aggiungete anche la buccia dell’arancia grattugiata, il bicchiere di Strega, la farina ed in ultimo la bustina di lievito, fino ad avere un composto omogeneo e di un bel giallo.

Ora sarete pronti per friggere, per cui preparate una padella larga e bassa con abbondante olio di semi che metterete a scaldare. Quando l’olio sarà a temperatura, con un cucchiaio prelevate parte del composto e posatelo in padella.

Ricordate che le frittelle, quando sono cotte da un lato, se ne accorgono e si girano da sole, di questo strano fenomeno se ne occuperà Voyager nelle prossime puntate.

Appena scolate le frittelle, poggiatele su della carta assorbente e, dopo qualche minuto, cospargetele di zucchero semolato.

Adesso non rimane che mangiarle, magari tiepide, perchè troppo calde fanno venire le coliche intestinali, mentre fredde perdono un po’ di appeal.

Baci ai pupi

Annunci

  1. Amazza che belle.
    Tra l’altro è la prima volta che vedo usare il parboiled per i dolci.
    Non pensavo fosse adatto. Di solito si usa tipo il vialone o l’arborio.
    Da paura.

  2. A me queste non piacciono nemmeno un po’, però c’è da dire che l’ho provate fredde, senza zucchero semolato e passate di giorni e giorni….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...