GELATO ALLA VANIGLIA E ALBICOCCHE AL NEBBIOLO PRUNOTTO

Come si può onorare al meglio l’arrivo dell’estate se non con una corposa coppa di gelato? No, non c’è modo migliore. E allora come si fa a stupire i commensali esigenti? Accompagnando il gelato a della frutta sciroppata e facendo in modo che oltre al ‘contenuto’ risulti gustoso anche il ‘contenitore’…

Alcuni prodotti della Prunotto

In occasione dell’ inaugurazione della collaborazione con l’ Azienda Agricola Mariangela Prunotto di Alba (CN), specializzata nella produzione e lavorazione di Frutta ed altre leccornie, abbiamo pensato di preparare un dessert con uno dei prodotti di punta della Prunotto: le Albicocche al Nebbiolo.

Albicocche al Nebbiolo

Come dicevamo, oltre al contenuto è importante anche il contenitore, quindi serviremo il gelato in una golosissima cialda.

INGREDIENTI (per circa 4 cialde):

  • 300 gr di Farina
  • 30 gr di Burro
  • 40 gr di Zucchero Semolato
  • 2 Uova
  • un Pizzico di Sale
  • 120 gr di Vin Santo
  • Olio di semi d’arachide per friggere
  • 500 gr di gelato alla Vaniglia
  • un Barattolo di Albicocche al Nebbiolo Prunotto
  • Cioccolato Fondente (1 tavoletta)

PREPRAZIONE:

Mescolare farina, zucchero e sale. Aggiungere il burro sminuzzato al miscuglio di farina ed amalgamare il tutto, quindi unire le uova, farle assorbire e continuare a lavorare aggiungendo il Vin Santo fino ad ottenere un impasto omogeneo ma non troppo morbido. Formare una palla, avvolgerla in pellicola da cucina e lasciare riposare in frigo per almeno un’ora.

Due diverse misure di Cialda, scegliete il pirottino che fa al caso vostro…

Stendere l’impasto non troppo sottile spolverando con la farina sia il piano di lavoro che l’impasto. Quando avrete raggiunto lo spessore desiderato, ricavate dei cerchi di sfoglia con cui andrete ad avvolgere un pirottino d’acciaio, dall’esterno, in modo da dare alla pasta la forma desiderata. Friggere il composto (insieme al pirottino, per mantenere la forma) in abbondante olio. Non appena la pasta sarà di un bel dorato scuro scolare e mettere a raffreddare su carta assorbente da cucina. A quel punto si può staccare il pirottino, avendo prima cura di ruotarlo in modo da non rompere la cialda.

Denocciolare alcune Albicocche al Nebbiolo e versarle nella Cialda per poi ricoprirle col Gelato alla Vaniglia. Guarnire la superficie con il ciccolato, precedentemente sciolto a bagno maria con l’ausilio di un fiocchetto di burro…

E’ consentito leccarsi le dita!

Advertisements

  1. Pingback: CIALDA DI CAPRINO TRA I DUE POMODORI | STO MONDO E QUELL'ALTRO

  2. Pingback: CIALDA CON CAPRINO TRA I DUE POMODORI - Sto Mondo e Quell' Altro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...