CROSTATA SALATA CON GRANDINA BIANCA, PROVOLA E PISELLI

RICETTA doverosamente offerta da PANDIZENZERO

Tra i molti prodotti che La Granda ci ha fatto avere uno fra tutti mi ha stuzzicato la fantasia, vuoi per il nome delicato, vuoi per gli ingredienti di base, vuoi per gli aromi, ho deciso di scegliere la Grandina bianca come ingrediente principale per una torta salata, una crostata diversa dal solito.

Ci tengo però a sottolineare come la Grandina bianca sia speciale anche cruda, quale accompagnamento ad un’insalata mista, su dei crostini integrali o, ancora, come condimento di una pasta fredda, con pomodorini ed olive.

Per quanto riguarda la base, ovvero la pasta integrale, ho voluto copiare, seppur con qualche piccola modifica, quella di Laurel Evans,  grandissima fonte di ispirazione per una cucina diversa dalle solite etnie culinarie.

INGREDIENTI (per una teglia di 25 cm di diametro):

per la BASE

  • 100 gr di farina 00 Molino Chiavazza
  • 60 gr di farina di farro
  • 60 gr di farina integrale Molino Chiavazza
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di timo
  • 60 ml di olio extravergine di oliva
  • 100 ml di acqua fredda

per il RIPIENO

  • 1 provola
  • 300 ml di besciamella
  • 100 gr di piselli
  • 1 confezione di Grandina bianca La Granda
  • qualche fettina di Emmenthal

Procedete, innanzitutto, mischiando tra loro le farine con il timo ed il sale in una terrina. Quindi aggiungete a filo l’olio d’oliva ed infine l’acqua.

Quando il composto sarà omogeneo e si staccherà dalle pareti del contenitore, trasferitelo su un ripiano e stendetelo con il mattarello, ricordandovi di spolverare il ripiano di lavoro.

Disponete l’impasto sulla teglia e rivestitela, quindi lasciate riposare in frigo per qualche ora.

Al momento di infornare, prendete l’impasto e cominciate a disporvi gli ingredienti a strati.

Sulla base disponete la provola a fette, a raggiera, quindi la Grandina bianca, infine i piselli, precedentemente sbollentati, mischiati con la besciamella. Livellate il tutto e disponete sulla superficie delle fettine di emmenthal.

Infornate a 180° C per circa 20 minuti.

Gustate tiepida!

Annunci

  1. Molto buona. ne ho assaggiato solo un pezzetto perchè c’era il timballo de mamma kebob e me ce so’ fiondato.
    Senza contare che prima avevo mangiato quella pizza da paura (tacci loro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...