CROSTATA DI MORE E RICOTTA AROMATIZZATA ALLA MENTA

Ricetta bucolicamente offerta da Pandizenzero

 

Ultimamente sto in fissa con gli orti, le piante da frutto, le coltivazioni in genere, mi garba sapere quando si semina, quando si raccoglie, ma soprattutto come si mangerà, che per me rappresenta il fine ultimo di ogni cosa. Sicchè, nonostante fossi totalmente disfatta da quel dolce tepore estivo che negli ultimi mesi ci sta veramente rompendo i coglioni, quando lo zio è venuto a casa ad annunciare che nel suo terreno vi era grande abbondanza di ricchi premi e cotillon mi sono riavuta e, riacquistando le mie proprietà intellettive, con entusiasmo mi sono unita all’allegra famiglia per depredare le proprietà agricole.

Mi son messa le scarpe da ginnastica, i calzoncini ed una maglietta, quindi mi sono appiccicata al sapiente zio Michele e l’ho ammazzato di domande, milioni di richieste, dubbi, indovinelli, lui mi è parso provato, tanto che ad un certo punto ha detto che si sarebbe allontanato per andare a comprare le sigarette, ma non è più tornato. Solo verso le 10 di sera mi son ricordata che ha smesso di fumare 2 anni fa, dopo che gli hanno diagnosticato il diabete.

Vabbè, nella mia solitudine ho cominciato a saltellare qua e là, tra girasoli, piante di pomodori, zucche, e mentre saltellavo pestando frutta e verdura, mio padre richiamava la mia attenzione con la parola “more”. Con uno scatto felino corro verso la sua voce, mi sfregio le gambe sapientemente non coperte dai pantaloncini, e mi precipito sotto un rovo enorme, carico carico di frutti, anche se non tutti maturi. E raccolgo! Come pollicino dietro i sassolini, io seguo i rovi e percorro la strada per casa a ritroso, fino a quando non mi rendo conto che è l’una, faranno ottantasette gradi ed il mio odore sembra quello di un petto di pollo lasciato sul davanzale a Tripoli per quindici giorni, piuttosto che quello di un essere umano in buona salute.

Il frutto della mia spedizione agroalimentare è un bel chiletto di more, con cui decido di preparare una crostata, associando delle foglioline di menta, anch’esse vittime della mia razzia, e della ricotta fresca di mucca.

Ingredienti (teglia di 28 cm di diametro):

per l’impasto

  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di burro freddo
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 1 scorza di limone grattugiata
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale

per la farcitura

  • 300 gr di ricotta vaccina fresca
  • 1 kg di more, circa
  • qualche rametto di menta

Procedete innanzitutto impastando la farina con il burro, freddo di frigo, che dovrete ridurre in “fiocchi”, per cui assieme alla farina si dovrà formare un composto sabbioso. Aggiungete la buccia di limone grattugiata, lo zucchero, il sale ed infine le uova.

Lavorate a formare un composto omogeneo e morbido, senza però manipolarlo troppo. Quindi ricoprite il panetto con un canovaccio e deponetelo nel frigo a riposare per almeno un’ora.

Trascorso il tempo necessario tirate fuori il composto, disponetelo su una teglia a cerniera ben imburrata e punzecchiate con una forchetta il fondo, dopodichè ricoprite con della carta forno su cui avrete disposto dei fagioli e fate cuocere in forno preriscaldato a 160° C per circa 20 minuti.

A cottura ultimata, rimuovete la carta forno e tenete la crostata al caldo per altri 5 minuti. Quando sarà dorata anche sul fondo spegnete il forno, sfornatela e lasciatela raffreddare.

Per completare questo dolce delizioso aggiungete gli altri ingredienti quando la crostata è ancora tiepida.

Disponete la ricotta sul fondo, quindi coprite l’intera area con le more e qualche fogliolina di menta.

 

Buona merenda e buon ritorno dalle vacanze :o(

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...