RISTORANTE PIZZERIA DON FRANCHINO, VIA BOLOGNA CASTELNUOVO VOMANO (TE)

RECENSIONE A CURA DI PANDIZENZERO

PARCHEGGIO Potete anche venire in pullman, organizzando una serata in pizzeria con gli anziani della bocciofila o i gruppi ultras della Curva Sud, perchè tanto di posto ce n’è.

LOCALE E’ enorme. Considerate che per andare in bagno son dovuta uscire al casello e pagare il pedaggio. Ci sono almeno 250 coperti, disposti con criterio, lasciando il cliente a proprio agio. Una nota interessante è rappresentata dall’arredamento, con una mostra permanente di sculture lignee e decori dell’artista Renato Fiore, oltre a vere e proprie poesie affrescate sulle pareti, molto particolari.

ANTIPASTI Un’ampia scelta tra fritti di vario genere, patatine, crocchette, fiori di zucca ecc…. e bruschette. A proposito di queste ultime, molto gustosa quella alla salsiccia, ma altrettanto buone al prosciutto ed al pomodoro. E qui vorrei fare una breve digressione, perchè la bruschetta non è affar semplice, e vi dico che a me è capitato di mangiare (provarci almeno) del pane carbonizzato, magari con un condimento insipido e assolutamente non fresco, bene, da italiana credo di potermi permettere un giudizio severo sull’aspetto bruschetta.

PIZZE Ed eccoci al dunque. La scelta su Don Franchino da Castelnuovo  è caduta per la particolarità del menù pizza, un menù studiato, ricercato, se vogliamo anche elegante. Vi è la possibilità di gustare un impasto leggero, lievitato almeno 3 giorni, gustoso, condito con ingredienti “curiosi” se abbinati ad una pizza, dalla liquirizia al tabacco, dal formaggio di fossa alla mandorla, al lardo di colonnata. Senza dimenticare i porcini, il tartufo, il gorgonzola….Quella volpe di Franchino ha anche pensato a chi, nell’indecisione, avesse voluto assaggiare un po’ di tutto, inventando un percorso di gusto, “il circuito del gusto”, attraverso il quale il gruppo di curiosi avventori avrebbe potuto degustare tutte le specialità della casa. Poichè la sottoscritta mangia sì tutto, ma molti ingredienti di queste simpatiche novità non le sono graditi, ha deciso di provare una semplice pizza alle verdure, chiaramente ottima. Disponibili anche margherita, Napoli e altre pizze dai condimenti più comuni.

DOLCI Si chiama Ciocorì, ed è una droga. Prendi una base di pizza, leggera e gustosa, sopra ci spalmi della nutella, del cioccolato bianco, ricotta e magari una la spolveri con del cocco, avete capito bene. E’ pazzesca, terribile, una figata assoluta.

VINI E BEVANDE C’è tutto quello che cercate, dalla banalissima acqua naturale alla birra, cocacola, aranciata birre panini. Vi dirò, se con la pizza vi ci piace il vino, un Montepulciano c’è sempre.

SERVIZIO Il personale è molto disponibile ed estremamente cortese, tuttavia, per completezza è necessario puntualizzare una cosa. Durante il nostro primo appuntamento con Don Franchino il cameriere, non appena richieste le ordinazioni, ci ha gentilmente avvisato di dover attendere circa 30 minuti per le pizze, e così è stato. Estrema sincerità ed altrettanta pazienza da parte nostra. La seconda sera, di nuovo sabato, le cose sono andate meno bene, avendo dovuto attendere molto più tempo, un’ora questa volta, sempre previo avviso da parte del solerte cameriere. Il problema reale era legato probabilmente al numero dei commensali, sia al nostro tavolo (il doppio del sabato precedente, inclusa una piccola mangiatrice di pizza) sia nel locale. E’ chiaro come, mentre un adulto riesca a pazientare chiacchierando ed intrattenendosi con gli amici a tavola, per un bambino le cose siano diverse, e nonostante la piccola sia stata tranquilla, questo ritardo nel servire un’unica pizza non c’è piaciuto granchè.

PREZZO Assolutamente ottimo, considerato che con meno di 20 euro si mangiano un antipasto, una bella pizza (e che pizza!), ci si beve in abbondanza e ci scappa anche il dolcetto.

VOTO 8+

Peccato per l’episodio 2, ma io da parte mia apprezzo la cordialità e la sincerità del personale, per cui voglio consigliare di prenotare, magari ad un orario meno tardivo rispetto al nostro (le 21) nel caso siano presenti dei bambini, e nel caso fosse sabato sera essere pazienti. Se invece non vi va di aspettare allora rivolgetevi altrove, ma vi perdete un’ottima pizza, premiata anche dal grande Heinz Beck e segnalata dal Gambero Rosso.

SITO web: http://www.donfranchino.it/

Annunci

  1. Per onor di cronaca aggiungo che la seconda volta che ci siamo andati: a) hanno portato le nostre bruschette ad un altro tavolo e b) dopo un’ora di attesa hanno sbagliato 6 pizze su 12 e ce le hanno dovute rifare. Come risultato, Kebob Senior e Mamma Chezsbarde’ hanno mangiato alle 11 perchè sono stati gli ultimi a ricevere la pizza. Come abbiano fatto a sbagliare la comanda, visto che hanno le macchinette per le ordinazioni elettroniche, rimane un mistero.
    Il fatto che non siano stati in grado di preparare una margherita al volo a Frappa è veramente patetico. Se ogni volta i nasi devono aspettare un’ora, mi sa che da don franchino ci andranno poche famiglie. Una cosa del genere non mi era mai successa. In tutti i locali appena decenti i bimbi piccoli li servono subito.
    Per quanto mi riguarda, andare in una pizzeria in cui si deve sistematicamente aspettare un’ora non fa per me. Un simile servizio andrà bene a Teramo, anzi in provincia di Teramo. A Roma, Milano, Torino, un locale così chiuderebbe.
    Anche perchè per una buona cena, il servizio conta. Se la Pergola facesse aspettare un’ora i clienti, non avrebbe 3 stelle michelin.
    Questa pizzeria ha 300 coperti e non riesce a servirli in un tempo decente. Un locale che ti fa aspettare un’ora per mangiare non è un buon locale.
    Il fatto che i camerieri (dopo che ti sei accomodato) ti dicano che c’è un’ora di attesa non è cortesia, è il minimo sindacale. Vorrei vedere che manco te lo dicono!
    In più i camerieri sono pressanti, ti mettono prescia (perchè poi, visto che tanto mangi alle 11) e cercano di appiopparti la pizza a giro.
    Che poi non è manco colpa loro, e infatti non gliene abbiamo fatto una colpa ed abbiamo lasciato pure la mancia.
    Questo posto mi ha deluso profondamente, e non ci metterò più piede.
    Un’ultima nota sull’autoreferenzialità del proprietario, che riempie menù, brochure ed etichette delle bottiglie dei liquori con le sue foto in posa da piacione. Decisamente surreale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...