FOCUS: STREET FOOD A NEW YORK

NY

RECENSIONE A CURA DI CHEZ SBARDE’

New York, la Grande Mèla (con la ‘e’ aperta) è una delle città più ganze dell’universo. Una metropoli tentacolare, ricca di anfratti e suggestivi scorci urbani. Una città in cui, secondo l’opinione di critici, foodies e buongustai, si mangia bene assai. Non posso che confermare. Fanculo ai campanilismi, ai provincialismi, ai melodrammi di chi, appena lascia lo Stivale, se lamenta: ‘Epperò nun c’ho la pasta, epperò nun c’ho la pizza, epperò nun c’ho li supplì, epperò nun c’ho er kebab (!)’.
Certo, in Italia se magna mejo. Ma a NY se magna comunque bene, se magna internazionale e soprattutto se magna de più! Ve ricordate come dicono li yankee, no? ‘The bigger, the better’.
Di seguito un breve ma esaustivo Focus sullo street food newyorkese. Sullo stile di quello che scrissi giusto giusto un anno fa sul cibo di strada di Amstedam.

Dice: “E che c’entrano New York e Amsterdam?
– “Ma come, non sai che NY è sorta dalle ceneri di Nuova Amsterdam? Stacce”.
Dice: “Come sei colto! Mica come Kebob. A proposito, perché ce sei amico?”.
– “Mi ha salvato la vita nel ’69 a Poggio Umbricchio e poi ancora nell’81 a San Gaudenzio”.

HD

HOT DOG. Vera icona dello street food newyorkese, tanto semplice quanto appagante, tanto gustoso quanto grasso, tanto simpatico quanto facile da trovare, visto che è venduto ad ogni angolo. Lo spuntino ideale per il turista che sfacchina tutto il giorno per le vie della Grande Mèla ed anèla un insalubre boost di proteine. Se state in vacanza, bando ai salutismi e dateje de cesello! La nostra nutrizionista ufficiale si è concessa una pausa hot dog quotidiana per 10 giorni consecutivi. E anche se ha più volte rischiato il coma e da 4 giorni mangia solo frutta e verdure a foglia, sa che ne è valsa la pena.

HD2Tornando agli Hot Dog, a NY i condimenti più comuni sono i crauti e le cipolle ma i più crapuloni possono aggiungere anche bacon, salsa di formaggio, chili piccante o persino salsa curry.
I prezzi partono da 99 cent per una specie di Suillo Fiorucci, passano per i 2-3 dolla di un Hot Dog Classico, i 4-5 di un Jumbo Dog fino ad arrivare ai ladreschi 10 dolla per un HD con salsiccione di manzo. Se volete assaggiare gli HD più mitici dell’universo date retta: fate una puntata a Coney Island e andate da Nathan’s Famous. Ci ringrazierete.

Pretzel

PRETZEL. Altra specialità di origine crucca venduta in prevalenza da messicani, mediorientali e/o tizi del sudest asiatico. Trattasi di un biscottone di pane a forma de……beh de Pretzel, bollito e poi cotto al forno. Spesso e volentieri lo vendono anche gli hotdoggari. Va gustato caldo, se ve lo danno freddo tiratejelo in faccia. E’ coperto di uno spesso strato di sale grosso che, personalmente, sgrullavo via, attirando interi sciami di capre. Anche in questo caso prezzi popolari: 2-3 dolla. Il problema è che poi dovrete comprare 47 boccette d’acqua.

Halal

CUCINA HALAL. E’ servita in camion-bar stile Tredicine (i romani sanno di cosa parlo, i non romani clicchino qui) ma molto meno squallidi. Servono Shwarma su panino o al piatto, Falafel in pita o su letto di riso, spiedini di agnello e pure i fottutamente disgustosi (almeno per me) knish di patate. Massimo 5 dolla di spesa e ore e ore di poderosa digestione. Ma ne mezzo vale la pena.

Muffin

STREET FOOD DESSERT. Se ne individuano di diversi tipi. Su tutti vincono i Waffle, serviti con panna montata, topping dai gusti matti, frutta fresca e ovviamente Nutella (dove annamo, dominamo). 4-6 dolla e passa la paura.
Le crèpes sono buone e sfiziose ma piuttosto rare da trovare. Sono preparate ovviamente al momento e condite con panna, sciroppi, Nutella e cose. Stazzano sui 5-6 dolla.
Soft Cream, ovvero il gelatino stile Mc Donald. D’inverno sono ovviamente meno presenti ma qualche banchetto aperto è stato da noi avvistato persino a fine dicembre. I prezzi sono assimilabili a quelli del baretto di uno stabilimento balneare a Torvaianica. Quindi so’ esagerati.
Muffin e Cupcake. Si trovano pure quelli. Per i muffin vi consiglio il classico Starbucks o la catena belga Le Pain Quotidien. Se li fanno pagare dai 2 ai 4 dolla ma sono ottimi. I Cupcake li odio, comprateli un po’ dove cazzo vi pare.

Pizza

PIZZA. Ok, non è quella italiana, siamo d’accordo. Ma la pizza a New York non è accia, per niente. I messicani dominano il mercato, come da noi gli egiziani, ed offrono tranci mega galattici di pizza più che mangiabile, se non addirittura gradevole. Evitate di prendere quella troppo carica – tipo salsiccia, funghi, peperoni, strutto, sugna e Cademartori – e buttatevi sulla classica margherita o, al limite, sulla Pepperoni (ergo: salametto piccante). La pasta è un po’ gommosa, ma mai come quella di Peppe i Gerani, e la crosta rimane perfino croccante, almeno finché è calda. Ci sono catene che vendono il trancio di margherita a 99 cent. Io diffido. Piuttosto cercatevi una qualsiasi altra pizzeria e con 3 dolla vi prendete una fettona da mezzo chilo. Occhio a ordinare per cena una pizza XL: è un disco volante, grossa come la ruota di un calesse Amish.

take away

TAKE AWAY & DELIVERY. Mangiare sempre al ristorante dopo un po’ può essere fastidioso. Primo: perché se uno gira tutto il giorno, alle 7 di sera è sfatto. Secondo: perché nei ristoranti USA si usa lasciare una mancia del 15-20%. Va bene una volta, va bene due, alla terza la cosa rompe un po’ le palle. Se volete risparmià, ordinate a portar via ed ingozzatevi a casa. Moltissimi diner, ristoranti, bisteccherie, noodle bar e persino fast food offrono un servizio di consegna gratuita in zona. Se vedete un posto che vi aggrada, prendetevi il volantino, ordinate per telefono e fatevi comodamente portare a casa le cibarie. Serviti e riveriti, come li signori.

Vi lascio con un grande pezzo:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...