TERRINA DI MELANZANE PROVOLA E FAGIOLI CORALLO

RICETTA offerta da PANDIZENZERO

tortino melanzane corallo1

C’è un ingrediente che non vedrete mai far parte dei miei piatti: il fagiolo, neanche uno solo. Io e i fagioli abbiamo avuto sempre un cattivo rapporto, anzi, diciamo pure che tra di noi non c’è mai stato niente. Da piccina la mamma me li doveva far mangiare per forza, e dai e dai con quella pasta che a me faceva solo rivoltare lo stomaco, ma lei lo prendeva per un capriccio, un vezzo di piccola rompicoglioni ed almeno 1 volta a settimana la riproponeva, sempre uguale, che a ripensarci sembrava  gustosa quanto all’odore e alla presentazione, ma a me faceva schifo e non c’era verso. E’ come prendere Chiambretti, raderlo, pettinarlo bene, profumarlo e vestirlo con un completo elegante, sarà anche distinto ma resta un cancello, un bruttissimo cancello.

Capirai poi, toscana figlia di campani, ma come ti viene di detestare codesto piatto? E se non li mangiavo con la minestra e il pecorino grattato, secondo te li potevo mangiare all’uccelletto? Ma no. Tocca anche che mi metti la cotenna del maiale nei fagioli, allora si che mi devi ricoverare per un attacco di nervi.

Mi ricordo, addirittura, come fosse adesso, un pomeriggio, avrò avuto 11 anni, torno a casa da scuola e rieccotela, la solita pasta coi fagioli, mi si trasfigura il faccino nella maschera del disgusto e provo ad esprimere cordialmente dissenso. Si vede che ai miei il messaggio non arrivava, sicchè ho riprovato con un po’ meno garbo ma più decisione, nulla. Mi siedo, obbedisco ed assaggio, nulla, non mi garbava come al solito, allora insisto e si litiga, ma il babbo quella volta ha perso la sua naturale diplomazia e senza pensarci due volte m’ha preso per un braccio e m’ha portato in soffitta, m’ha chiuso dentro al buio e da fuori mi domandava se ero proprio sicura di non voler pranzare quel giorno. Se ci ripenso mi ci viene da ridere, primo perchè il babbo non m’ha mai neanche dato un ceffone, alla su’farfallina, figurati, quindi come gli è venuto in mente di chiudermi in soffitta non lo so, secondo perchè cotanta punizione per una bimba che nutre avversione, conclamata e dichiarata, nei confronti dei fagioli, mi sembra veramente tanto, ma tanto, insomma una di quelle cose da libro di Dickens.

Ovviamente finì che non la mangiai, tignosa come sono, lanciando un chiaro messaggio a chi ancora non lo avesse capito: a me i fagioli non mi garbano. E pare che tale messaggio arrivò a destinazione.

Negli anni, crescendo ed acquisendo una certa dimestichezza con i sapori, la cucina, gli ingredienti, mi sono sempre domandata cosa cacchio avessero a che fare i fagioli (borlotti, cannellini ecc) con i fagiolini, e ultimamente anche con i fagioli corallo, o taccole, che apprezzo molto. Perchè si chiamano allo stesso modo, fanno parte della stessa famiglia ma gli ultimi due sono più buoni, più gustosi e più leggeri? Bah.

Calorie?

100 gr di fagiolini circa 20 Kcal

100 gr di fagioli corallo circa 66 Kcal

100 gr di fagioli secchi circa 100 Kcal

Alla luce di questa mia riflessione ho deciso di abbinare alle gustose taccole della melanzana e provola affumicata, componendo una terrina da servire come piatto unico, o come antipasto/aperitivo, ottenendo un effetto ottimo.

Ingredienti per 1 terrina:

  • 1 melanzana
  • 100 gr di fagioli corallo (o taccole)
  • qualche fetta di provola affumicata
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/4 di cipolla
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio evo

Innanzitutto passate in forno la melanzana, intera, tenendola a 170°C per circa 30 minuti. Quindi estraetela e tagliatela in due parti, raschiate la polpa dalla buccia e passatela al robot con una manciata di parmigiano, sale e pepe.

Sbollentate poi i fagioli, in pentola a pressione (se la quantità è maggiore di 100 gr) oppure in una padella antiaderente con la cipolla, l’aglio e due dita di acqua, chiudete con il coperchio e fate lessare. Dopo circa 15 minuti scolate i fagioli e fateli asciugare bene.

Disponete sulla base della terrina un filo di olio, le fettine di provola ed uno strato di fagioli, salate e ricoprite con il composto di melanzana, infine disponete dei pezzettini di provola e altri fagioli a decorare. Infornate per circa 20 minuti a 170° C.

tortino melanzane corallo

tortino melanzane corallo2

Se dovesse avanzare, se, sarà buonissima anche il giorno seguente, tiepida!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...